I Casinò italiani sono destinati ad aumentare

I rami del Parlamento sono disponibili a valutare l’aumento delle case da gioco sparse sul territorio ed a “rendere giustizia” al centro-sud del nostro Paese, attualmente sprovvisto di Casinò che, abbondano, di contro nell’Italia settentrionale e l’idea che inizialmente sembrava veramente utopistica, oggi come oggi, viene considerata seriamente ed i progetti cominciano a balenarsi come quasi attuabili”.

Certo, il mondo del gioco è una “polveriera” attualmente, pronta ad esplodere visto che non si riesce a prendere alcuna iniziativa che possa ristrutturare tutto il settore, ristrutturazione da effettuare “a piene mani”, con sale in zucca e con una previsione per il futuro che deve “guardare veramente in là”, anche verso Paesi dove il gioco non è così “sofferente”.

Le città “papabili” per le nuove strutture di gioco sono Montecatini, Anzio, Salerno, Bari, Fasano e Taormina: ma solamente quattro verranno prescelte, dato che il Governo intende “solo raddoppiare” le case da gioco tricolore… e nulla più. Ciò che dovrebbe accadere con le “nuove aperture dei casinò” è per il momento ancora aleatorio, infatti non sono chiari i progetti che vagolano sui tavoli dei tecnici e dei politici del Ministero dell’Economia e delle Finanze, ma che interesseranno indubbiamente anche il Viminale, Ministero di riferimento al quale fanno capo le case da gioco.

Posto questo, la cosa interessante è che questo programma avanzato dal Sottosegretario Baretta qualche mese fa… sembra si stia facendo strada nelle menti del “corpo politico” e trova consensi che sino ad una decina di anni fa sarebbero stati, per così dire, assolutamente inaspettati.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
dicembre 22, 2015 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.