A sorpresa un passo avanti per i Casinò

Mentre, in generale, per il mondo del gioco lo Stato “nicchia”, “fa scadere i termini”, “si astiene”, lascia ai Comuni la possibilità di emanare Regolamenti restrittivi, la scorsa settimana con un colpo di bacchetta magica è intervenuto a favore dei casinò con decisioni destinate forse a mutare le sorti delle case da gioco e dei loro proprietari.

Si dovranno verificare i vari iter tra Senato e Camera, le lungaggini a cui si è tristemente preparati… ma qualcosa dovrà pure “uscire da questa bacchetta magica”! Certamente la decisione più clamorosa  è l’emendamento al decreto enti locali che stanzia otto milioni di euro a favore del Comune di Campione e questo consentirà di intervenire strutturalmente sui conti: le altre misure che interessano direttamente il comparto dei casinò sono quelle sul Saint Vincent Resort & Casino e sulla società che gestisce il Casinò di Venezia che sta intraprendendo un “ricambio aziendale” nella speranza di invertire una tendenza negativa.

L’attenzione riservata alle case da gioco, sia nel caso valdostano che in quello veneziano, non è certamente un’innata spinta verso la sensibilità, ma la presa di coscienza che si debba intervenire in modo strutturale attraverso scelte che possono essere solo politiche e niente altro: sullo sfondo si intravede un progetto di riorganizzazione normativa dei casinò fortemente voluta dal Sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta che potrebbe “sparigliare le carte” e collocare le realtà locali in uno scenario più ampio. I tempi però per questo non sembrano completamente “maturi”, ma neppure così lontani come in molti credono.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
settembre 19, 2015 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.