Ci vuole una legge dopo l’osservatorio sul GAP

Proprio da queste righe si è parlato dell’istituzione dell’Osservatorio sulla dipendenza del gioco d’azzardo presso il Ministero della Salute: il provvedimento è stato un “balzo in avanti” nei confronti del mondo-gioco, anche se è stato un po’ discusso dato che non sono stati interpellati gli “interpreti della filiera” che avrebbero apportato una notevole esperienza ed avrebbero aiutato nel prendere iniziative e decisioni.

Aver preso questa decisione vuole significare relazionare il gioco patologico e la tutela della salute e metterlo nella “sfera di controllo” di quel Ministero significa come si tratti di un problema di salute pubblica che andrà affrontato con gli strumenti caratteristici del Ministero della Salute.

L’obbiettivo dell’Osservatorio sarà un lavoro che andrà dalla prevenzione, alla formazione, dal controllo della pubblicità, all’elaborazione di linee guida per arrivare, infine,  ad un rapporto di valutazione che consenta di migliorare in modo totale ciò si può fare. Per questo, i componenti dell’Osservatorio dovranno avere una competenza mirata e specifica, la disponibilità di lavorare in un team che arrivi alla comprensione del fenomeno del gap ed ai suoi disagi. Questo, in ogni caso, non sarà abbastanza… è solo un primo passo perché serve assolutamente una legge proprio per legittimare l’operato dell’Osservatorio e per non fare che resti una sorta di “cattedrale nel deserto”. Sarà tutto efficace se farà parte di un insieme di strutture di servizio che sapranno collaborare tra loro portando risultati tangibili: la legge offrirà certamente una visione più ampia del problema e l’Osservatorio potrà essere un punto qualificante ma non unico.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
settembre 16, 2015 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.