Il gioco d’azzardo deve diventare un bene comune

Dopo tanti discorsi “pessimi” relativi al gioco… ora sembra tutto affievolirsi e “serpeggia”, quasi, la sensazione che si voglia costruire qualcosa, “un bene comune” dal mondo del gioco lecito che possa essere “utile” al sociale, interessante come investimenti, produttivo per far “girare” finanziariamente risorse.

Quasi sembra impossibile dopo le dure battaglie che sono state “guerreggiate” tra le parti, ma forse si è arrivati ad un punto che anche i più ostici riescono ad intravvedere “qualcosa di buono” nel gioco e non solo “dannazione”.

Un ottimo inizio che ci si augura possa avere un “traguardo comune” e far lavorare “chi di dovere” nel modo giusto e senza ansie: ognuno, ovviamente, dovrà prendersi le proprie responsabilità, forse qualcuno “dovrà fare qualche passo indietro”, ma si è certi che con un poco di buona volontà generale il percorso che sembra intrapreso possa portare presto dei buoni frutti e rendere “sostenibile” un settore che può senza dubbio dare ancora molto al “sociale”.

In fondo la costruzione di “un bene comune” dovrebbe accontentare tutti, anche se certamente qualcuno dovrà fare qualche rinunzia, ma per rendere un settore sostenibile ne varrebbe proprio la pena. Non ci dovrà essere più, come in precedenza, “chi vince e chi perde” ma dovrà emergere la volontà comune di trovare soluzioni eque, realizzabili, economicamente interessanti per tutti: questo vorrà dire “prendersi” per mano e fare un “percorso comune” per l’attuazione, finalmente di un “bene comune”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
settembre 21, 2014 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.