Le Slot machine di minore impatto

Bisogna sottolineare innanzitutto che le slot machine, nonostante tutte le campagne anti-slot, sono create e destinate per “portare divertimento” e nient’altro se vengono vissute come apparecchiature per intrattenimento… e nulla più: se si parte da questo principio si dovrebbe riflettere se nuove “macchinette” sarebbero di minore impatto sui giocatori, giovani e giovanissimi?

Il mercato del gioco, oggi, vive in uno scenario veramente critico reso allarmante dalle leggi locali che nascono “come funghi” e che hanno l’obbiettivo di far scomparire il gioco entro pochi anni: quindi l’idea di una nuova generazione di apparecchi sarà proprio una giusta idea? E sopratutto le nuove apparecchiature che saranno senz’altro più “sicure” saranno veramente di minore impatto sui giocatori e faranno in modo “da non essere più accattivanti”?

In ogni caso, l’esigenza di aggiornare il “parco macchinette” non sembrerebbe essere solo un’esigenza italiana: nel Regno Unito esiste un piano triennale di revisione dei giochi, in Germania viene “imposto” un ciclo di vita di ogni slot non più lungo di quattro anni. Le nostre slot, quelle di seconda generazione, esistono da ben sette anni che cominciano sì ad essere datata ma sembrerebbe siano quelle dalle quali sono discese tutte le varie “dipendenze e disagi” e che hanno creato tanti dibattiti e tante discussioni. Da qui “l’avvento” di nuove slot, di minore impatto… ma sarà la giusta soluzione oppure sarà sempre e solo la “responsabilità” quello strumento che dovrà essere “usato quando si gioca”? Forse l’introduzione di slot “più di abilità” che “di azzardo” sarebbe la soluzione… non c’è impatto che tenga.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
ottobre 2, 2015 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.