L’erario ed il gioco illegale: Un’impatto devastante

23,8 milioni di persone giocano agli apparecchi da intrattenimento con vincita in danaro e 23,53 miliardi di euro è il totale giocato. La spesa totale di tutto il gioco lecito, compreso il comparto online, è stata di 18,3 miliardi nel 2012, 17,45 miliardi nel 2013, 17,53 miliardi nel 2014. È evidente che non riesce ad essere verosimile imputare al gioco lecito una capacità drenante di spesa idonea a generare i bacini di utenza stimati od ipotizzati che invece diventano ampiamente confermati se si conteggiano i 23 miliardi di euro totalizzati dal comparto illegale, scommesse, lotterie, gioco online, slot.

Sommando i 23 miliardi di gioco illegale ai 17,5 miliardi di gioco lecito raccolto la somma genera un dato allarmante di 40,5 miliardi di euro che distribuita sulla base generale di utenti, più o meno 25 milioni di persone che adorano sfidare la Dea Bendata, si genera una spesa media pro capite che può suscitare un allarme “oggettivo” sotto molteplici profili.

Il dato che emerge è di 1.620 euro annui per giocatore e rivela l’impatto che il gioco illegale può avere sul territorio sia dal punto di vista sociale, sia da quello dell’ordine pubblico che di quello industriale. Indubbiamente l’Erario perde una gran bella fetta di “finanziaria” ogni anno, circa 10 miliardi tra tributi speciali e fiscalità ordinaria statale/locale, perde un bacino di popolazione che si fidelizza ai prodotti illegali non controllati e vede le imprese del gioco lecito impossibilitate a mantenere il proprio ruolo di antagoniste statali al gioco non autorizzato.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
ottobre 22, 2015 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.