Maxi Blitz: Sequestrate più di 3200 Slot Machine

Tra Campania, Toscana e Lazio la Direzione Investigativa Antimafia di Napoli ha provveduto a sequestrare cinque aziende di noleggio di slot: sigilli a 3200 macchinette, 44  arresti nelle province di Caserta, Napoli, Perugia e Salerno nell’ambito dell’inchiesta sul clan dei Casalesi che fa capo alla famiglia Russo.

Gran bel risultato che rende il mondo del gioco lecito più sicuro e garantite le imprese “oneste” che operano in questo settore con professionalità rispettando le leggi e le norme vigenti e contribuendo a “riempire” le casse dell’Erario. Queste operazioni ci vogliono per tenere alto il morale di chi (gli onesti) si vedono tartassare di normative e restrizioni e vedono il proliferare dell’illegalità sotto gli occhi rendendosi conto di non poter essere assolutamente competitivi con i loro “avversari e concorrenti commerciali”.

Le indagini della Dia hanno messo in luce le attività illegali ed il Gip ha potuto contestare  a commercianti, imprenditori e titolari di esercizi legati al “clan dei Casalesi” associazione per delinquere di tipo mafioso, trasferimento fraudolento di valori, illecita concorrenza con minaccia e violenza, riciclaggio.  Secondo la Polizia negli ultimi tempi il clan è riuscito ad acquisire posizioni monopolistiche nel mercato del noleggio e della gestione di slot machine e le cinque aziende sequestrate potrebbero avere un valore complessivo stimabile in 20 milioni di euro circa. L’indagine ha permesso di ricostruire come il clan fosse attivo nella gestione delle estorsioni ad imprenditori anche nel settore dei giochi da intrattenimento negli esercizi commerciali della provincia di Caserta e di Napoli con l’utilizzo di prestanome incensurati.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
ottobre 25, 2015 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.