Milano: Ultima parole ad i comuni per nuove sale giochi

Gli assessori alla Sicurezza e Coesione sociale, Polizia locale -Marco Granelli- e Politiche sociali e Cultura della Salute -Pierfrancesco Majorino- dopo l’incontro presso il Palazzo della Regione Lombardia sul tema delle ludopatie confermano di credere assolutamente importante dare ai Sindaci la possibilità di un parere vincolante sulle nuove aperture delle sale da gioco, prima dell’Autorizzazione delle Questure. I Sindaci “hanno in mano” il territorio e tutte le problematiche che su questo gravitano, conoscono gli “anfratti” dei rioni più a rischio, la presenza di forme di delinquenza, conoscono i luoghi “bene” ed i luoghi “degradati” del proprio territorio e possono essere “l’ago della bilancia” che può decidere meglio sull’apertura di nuove attività di gioco.

La salvaguardia del territorio e dei cittadini, sopratutto di quelli più vulnerabili -anziani e minori- è la priorità dei Sindaci che nei confronti del gioco d’azzardo continuano ad avere, comunque, un “occhio certamente non benevolo” per tutti gli strascichi che l’avvio di nuove sale da gioco e l’installazione di nuove apparecchiature da divertimento possono procurare.

Gli assessori sono soddisfatti per la nascita di un tavolo di lavoro tra Regione, Comuni, Anci, Prefetti e Questure per rendere efficace la legge regionale sul rilascio appunto delle autorizzazioni: ad oggi la legislazione nazionale consente nuove aperture di sale da gioco con il solo vincolo del rilascio della licenza del Monopolio di Stato e con l’autorizzazione delle Questure.

Con la collaborazione di tutti coloro che partecipano a questo “tavolo” si potranno rendere applicabili i vincoli imposti dalla Legge Regionale.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
aprile 28, 2014 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.