Ostracismo bancario nei confronti del gioco d’azzardo

Più volte da queste righe si è sottolineato che il mondo del gioco d’azzardo, e ciò che gli gravita attorno, non è visto di “buon occhio” anche se praticamente questo settore ha contribuito, e non poco, al sostegno delle casse del nostro caro Erario. Evidentemente questo non è rilevante per le Banche e le Assicurazioni che hanno tenuto e stanno mantenendo un atteggiamento di ostracismo nei confronti del “gioco” non aiutando assolutamente le aziende del comparto, imponendogli paletti “di ogni genere” quando si mettono addirittura in condizione di non aprire alcun dialogo con industrie del settore. Si può tranquillamente dire che da parte degli Istituti di Credito e delle Assicurazioni vi sia una condotta “anti gioco” certamente non apprezzabile, ma che riflette “il sociale” che il gioco deve affrontare.

L’Associazione As.Tro comunica tutto questo in seguito all’indagine conoscitiva avviata dall’Autorità proprio a richiesta delle note di denuncia circa le varie vessazioni presentate dai gestori di apparecchi per il gioco lecito. La denuncia degli operatori potrà, quindi, accedere ad una fase istruttoria successiva e coloro che ancora non avessero provveduto a segnalare comportamenti vessatori come immotivata interruzione di rapporti ed ingiustificata negoziazione di credito, dovranno provvedervi migliorando così la capacità di indagine dell’Autorità: la dignità degli imprenditori deve passare in primo luogo per il riconoscimento di soggetto economico lecito.

È evidente, ma forse non a  tutti, che anche gli operatori del gioco hanno necessità di rapporti bancari ed assicurativi che sono assolutamente indispensabili e qualche volta anche obbligatori. Quindi, come si potrà fare?

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
settembre 10, 2015 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.