Provincia di Trento: La scomparsa del gioco

Chi conosce anche poco il mondo del gioco d’azzardo e particolarmente quello delle slot machine sa che contro di esso esiste nella nostra Penisola una sorta di “strenua battaglia” che ha come obbiettivo quello di eliminare le “famigerate” macchinette dal territorio. Questo è lo scopo dell’intero Trentino Aldo Adige che da tempo ha messo in atto strategie di ogni tipo per “debellare il male del gioco”.

Quindi, a Trento, con l’approvazione della nuova legge locale si sono messi in condizione alcuni dipendenti del Servizio di Polizia Amministrativa di controllare che siano messi in atto tutte le norme previste dalla legge anti-slot e così potrà essere (finalmente) raggiunto l’obbiettivo di eliminare completamente, entro il prossimo quinquennio, l’offerta di gioco da bar, ristoranti, esercizi commerciali ed anche le sale da gioco collocati nei centri storici delle città e dei paesi.

Per “il buon cuore della Provincia di Trento” non verranno quindi eliminati tutti gli apparecchi, ma “solo” quelli compresi all’interno di un raggio di 300 metri rispetto ai cosiddetti “luoghi sensibili”, individuati nei luoghi di culto, scuole, centri per anziani, centri sportivi frequentati da giovani e giovanissimi, che in totale ammonterebbero a ben 371.  Con l’approvazione di questa nuova legge, che nasce dall’unione di due diverse proposte politiche, si potrà porre in essere un piano di repressione ancora più “arcigno” e delegarne il controllo alla Polizia Amministrativa e forse, anche, al personale del Comune secondo quanto deliberato sempre in questa ultima legge. Con buona pace di chi investe ed opera nel settore del gioco…

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
ottobre 10, 2015 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.