Razionalizzazione del gioco d’azzardo: si ma con criterio

Indubbiamente, l’industria del gioco sta attendendo soluzioni, ristrutturazioni e nuove normative con “ansia” e con la speranza che tutto questo “grande parlare e discutere” porti finalmente ad una stabilizzazione dell’intero mondo del gioco d’azzardo lecito e porti sopratutto al suo ingresso “nel sociale” con il riconoscimento, se si passa questo termine, di quanto è stato fatto e di quanto si potrebbe ancora fare con il gioco “per il sociale”.

Questo risultato è quello più ambito da parte dei concessionari ed operatori dei vari comparti che da troppo tempo sono stati “presi di mira” e “demonizzati” continuando, però, a dare il proprio contributo, tangibile, alle Casse del nostro Erario. Ora si è arrivati alla resa dei conti definitiva e quindi, anche, alla razionalizzazione del gioco nel modo più “indolore” possibile: slot machine e sale da gioco devono essere più controllate.

Un altro comparto che dovrà essere “tenuto d’occhio” è senza dubbio quello online particolarmente frequentato da giovani e giovanissimi che hanno “sempre”mezzi tecnologici a disposizione e andrà combattuta anche la concorrenza sleale messa in atto dall’offerta illegale nei confronti del gioco pubblico e di conseguenza la tutela del giocatore rispetto a questa offerta priva di autorizzazioni.

Gli operatori aspettano che lo Stato intervenga anche qui e che non lasci, ancora una volta, andare le “cose come vanno” perchè è un punto “estremamente delicato” che ha portato parecchio sconquasso nel settore: gli operatori leciti si aspettano interventi offrendo la loro completa ed assoluta collaborazione.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
luglio 23, 2014 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.