Revoca di licenza per il Bingo per abusi edilizi

La Sezione Prima ter del TAR del Lazio si è espressa nei confronti di un ricorso presentato da un esercente contro la Questura di Frosinone che aveva disposto la revoca dell’autorizzazione per l’esercizio dell’attività del bingo nella sua attività: il ricorso è stato respinto.

Nel decreto del TAR l’istanza è stata rigettata poiché sono stati evidenziati notevoli abusi edilizi, realizzati sia al piano interrato che al piano terra dell’immobile in questione, e questo costituisce una difformità rispetto alla concessione edilizia che è stata rilasciata a suo tempo e comportano la demolizione delle opere abusive: tutto questo comporta,  la “mancata sussistenza dei presupposti per la concessione della misura cautelare provvisoria monocratica”.

Il TAR ha comparato  i contrapposti interessi e ritenuto prevalente in questa fase la tutela di quello pubblico ed ha ritenuto opportuno acquisire agli atti la nota del Comune di Frosinone 14.03.2014 inviata al Questore di Frosinone fissando per la trattazione collegiale la Camera di Consiglio del 12.06.2014.

Tutto questo certamente denota l’attenzione che le Questure ed i Comuni prestano all’attività del gioco d’azzardo lecito, sono tenute indubbiamente d’occhio e “si vuole” che queste attività siano assolutamente allineate alle leggi vigenti: è una cosa positiva se anche per altre attività od imprese viene usato “lo stesso metro” (come peraltro dovrebbe essere) e se non sia soltanto un “mettere il bastone tra le ruote” alle attività di gioco che, ormai è acclarato, danno noia a tanti Comuni ed a tante Amministrazioni. Vogliamo sperare che… la legge sia uguale per tutti!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
giugno 5, 2014 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.