Terrorismo anche sulle chat dei giochi: Allerta!

Dopo i tremendi fatti di Parigi ed il conseguente subbuglio che si è creato a livello internazionale, tutti i Paesi sembrano coinvolti in una guerra comune al terrorismo che solo così, tutti uniti, si potrà “combattere”.

Si è anche scoperto che queste persone si tenevano in contatto a mezzo chat e, quindi, anche in questa direzione i vari Governi si stanno attivando per poter riuscire a capirne qualche cosa. Un’impresa improba, naturalmente, perché le chat disponibili online sono migliaia e sarà un impegno “sovrumano” riuscire a scoprire qualche traccia terroristica:  sembra poi che queste ricerche debbano anche essere effettuate nelle chat dei videogiochi, mezzo pure questo usato per scopi certamente non ludici.

Il nostro Governo ed il Ministro della Giustizia ci provano con caparbietà anche se potrà essere difficile e rasentare l’impossibile.

Questo allarme che può sembrare eccessivo è stato pronunciato per primo dal Governo belga, ma ora è stato ripetuto anche dal Governo Renzi che ha lanciato l’allarme relativamente ai videogiochi. Certamente, un tempo le informazioni, buone o cattive, venivano scambiate per telefono, ma ora gli strumenti sono aumentati e la “rete” offre opportunità davvero infinite.

Ecco perché sono finite sotto controllo anche le chat dei  videogiochi, sulle playstation, ed anche su quelle chat legate allo scarico della musica. Sembra che tutto possa tornare utile al terrorismo per trasmettere i propri proclami, le proprie informazioni, i loro “gridi di guerra”.

Tutto il settore è stato allertato con il fine comune di sgominare questi “individui” portatori di terrore, di morte, di disperazione.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
dicembre 28, 2015 by : • Nessun commento
Federico Novelli

More About

Caporedattore di Casinoliveitalia.com

View Posts - Visit Website

Comments are closed.